Snapchat lancia una piattaforma di videogiochi.

Il Caffettino è una ricetta quotidiana che mescola informazione e intrattenimento. E per chi ama divertirsi, da oggi c’è anche una novità che riguarda Snapchat, che sta per lanciare la propria piattaforma di videogiochi. Il suo nome è Snap Games ed è disponibile sia per Android che per iOS: nei prossimi giorni potremo utilizzarla per giocare gratuitamente in modalità casual, ossia in modalità casuale, fino a un massimo di sette persone, con la possibilità di chattare con gli altri partecipanti. Snapchat non è il primo social network a puntare sul gaming: in passato anche Facebook ha lanciato i propri giochi in html5, che però non hanno riscosso particolare successo.


Chissà se invece i videogiochi di Snap Games avranno maggiore fortuna presso il pubblico non troppo vasto di Snapchat: anche se può contare su uno zoccolo duro di utenti affezionati, il social non è mai esploso totalmente...

Continua a Leggere...

MacBook e iPad ricaricheranno l’iPhone senza fili.

Anche oggi il Caffettino è qui per darvi la carica. E presto lo faranno anche il vostro MacBook o il vostro l’iPad, che saranno in grado di ricaricare senza fili dispositivi quali l’iPhone e l’Apple Watch. Questa anticipazione arriva direttamente da un brevetto che riporta alla mente il defunto progetto AirPower: quest’ultimo, presentato nel 2017, era una sorta di tappetino collegato alla corrente capace di ricaricare nello stesso tempo la batteria di un iPhone, di un Apple Watch e delle cuffiette AirPods. Dopo una lunga attesa e numerosi posticipi del lancio, quasi due anni dopo l’idea è stata abbandonata. Ma oggi Apple torna alla riscossa con il suo nuovo brevetto.


Come funziona questo nuovo progetto? Per quanto riguarda il MacBook, si utilizzerebbe l’area poggia-polsi accanto al trackpad e sotto la tastiera come superficie per ricaricare a induzione sia gli smartphone iPhone che gli smartwatch Apple Watch. Sull’iPad, invece,...

Continua a Leggere...

Tre buone caratteristiche dei creatori di contenuti durante la quarantena.

Con il Caffettino di oggi voglio risvegliare l’interesse dei creatori di contenuti, che in questo periodo di quarantena stanno riorganizzando il proprio lavoro. Ne parlavo martedì con Raffaele Gaito durante la nostra Live di Pub DigiMale, che trovate sulla mia pagina Facebook e sul mio canale Telegram: lui evidenziava come la qualità di molti contenuti nell’ultimo periodo si sia ridotta, perché i grandi content creator naturalmente non sono in studio e non hanno il supporto dei propri autori e videomaker. Ma tra i vari creatori, più o meno noti, c’è chi riesce a realizzare validi contenuti anche in questo periodo. Quali caratteristiche hanno in comune questi content creator?

 

  • Raccontare una storia. Che si promuova il business di un’azienda o la propria attività di professionisti, la prima caratteristica da tenere presente per il successo di un contenuto è la storia: alla luce del fatto che attualmente...
Continua a Leggere...

Instagram aggiorna Igtv: sempre più simile a TikTok.

Il Caffettino è un osservatorio puntato sulle innovazioni, sul mondo del digitale e sui social, che sempre più si studiano a vicenda e, a volte, finiscono per assomigliarsi. È il caso di Instagram, che ha appena aggiornato Igtv diventando sempre più simile a TikTok. L’app di Instagram dedicata ai video lunghi è stata rilanciata più volte senza ottenere grande successo: nelle intenzioni originarie, Igtv sarebbe dovuta diventare la Youtube di Facebook attraverso Instagram e ha anche tentato di puntare sui video verticali in formato 16:9 con l’obiettivo di contrastare il dominio del formato orizzontale, ma senza riuscirci. Questo nuovo aggiornamento otterrà i risultati sperati?


Partiamo dall’assunto che anche io pubblico alcuni video su Igtv, ma non è facile ottenere risultati dall’applicazione, dato che le sue funzionalità sono simili a quelle di tantissime altre. E se anche quest’ultimo...

Continua a Leggere...

Facebook testa lo status automatico generato da un algoritmo.

Nel Caffettino di oggi parliamo di social e in particolare di Facebook, che ha iniziato a testare una nuova funzionalità per il suo programma di messaggistica Messenger: uno status che cambia in automatico in base all’attività svolta dall’utente. Come è possibile? Semplicemente, lo status non viene generato da ciò che pubblichiamo intenzionalmente, ma da un algoritmo: in base alla geolocalizzazione, all’accelerometro del cellulare, alla batteria del dispositivo e ad altre informazioni, l’algoritmo pubblica automaticamente lo status dell’utente sotto forma di una emoji. Facebook ha denominato questa nuova funzionalità Auto Status.


Come accennato, al momento l’Auto Status è in fase di test, dato che è ancora nelle primissime fasi di sviluppo: attualmente è disponibile soltanto internamente all’azienda e non è ancora noto se sarà reso pubblico o meno. Oltretutto, molto...

Continua a Leggere...

Pasquetta senza Pasquetta.

Il Caffettino vi fa compagnia anche oggi che è Pasquetta. Certamente quest’anno si tratta di una Pasquetta particolare, dato che non possiamo concederci la gita di rito in campagna, al mare o ovunque ci sarebbe piaciuto andare. D’altronde sarebbe sciocco correre il rischio di uscire in macchina, in bici, in motorino o addirittura a piedi per festeggiare questa giornata, anche perché ci sono diversi posti di blocco e sarebbe il colmo farsi multare o farsi ritirare la patente proprio in questo periodo in cui non ci si può muovere, soltanto per trascorrere una giornata diversa dalle altre. Ma al di là di chi ha l’idea malsana di uscire per svagarsi, c’è chi oggi deve uscire per forza.


Parliamo delle tante persone che ogni giorno lavorano per aiutarci a vivere al meglio e a superare questa pandemia: medici, operatori del settore ospedaliero, forze dell’ordine, lavoratori delle filiere alimentari e non soltanto sono...

Continua a Leggere...

Zoom corregge la falla nella privacy e non invia più i dati a Facebook.

Oggi con il nostro Caffettino torniamo a parlare di Zoom, la piattaforma per webinar, meeting e collaborazioni da remoto sempre più utilizzata dagli utenti durante la quarantena. La notizia di questi giorni è che Zoom ha eliminato una grave falla nella privacy: il sito Motherboard aveva dimostrato che la app iOS di Zoom inviava a Facebook la posizione dell’utente, i dettagli del dispositivo utilizzato e altri dati, anche nel caso in cui l’utente non avesse o non fosse collegato a un profilo Facebook. Adesso però lo stesso sito segnala che l’app iOS è stata aggiornata per interrompere l’invio di questi dati, visto che la stessa società ha dichiarato che non erano necessari.


In particolare, Zoom venerdì scorso ha scritto sul proprio blog: “Inizialmente abbiamo implementato la funzione 'Accedi con Facebook' utilizzando Facebook SDK per iOS (Software Development Kit) al fine di fornire ai nostri utenti un altro modo...

Continua a Leggere...

L’ossessione per i concorrenti.

Se siete ossessionati dal Caffettino non preoccupatevi, perché l’ascolto dei miei podcast e la visione dei miei video non hanno effetti collaterali. Invece ci sono ossessioni molto pericolose, di cui siamo vittime nel nostro quotidiano. Solo per fare alcuni esempi, siamo ossessionati dal sesso, dal cibo, dal lavoro, dai social, dalle serie tv e in questo momento anche dal virus. Ma c’è un’ossessione che a mio parere è la più pericolosa di tutte: quella per gli altri. Chi sono gli altri? Quelli che lavorano contro di noi, quelli che competono con noi all’interno del nostro mercato, in una parola: i concorrenti. Ma perché siamo così tanto ossessionati da quello che fanno gli altri?


In particolare, in un periodo in cui possiamo accedere a un’informazione che l’essere umano non ha mai avuto a disposizione nell’arco di tutta la sua storia, perché invece di formarci, di capire e di diventare...

Continua a Leggere...

Tesla: prodotto primo prototipo di ventilatore polmonare.

Bentornati al Caffettino, che oggi è dedicato all’ultimo, innovativo progetto di Tesla. In seguito all’appello di tantissimi esperti e presunti guru del mondo del business, l’azienda di Elon Musk ha deciso di fare la propria parte per la lotta al coronavirus, producendo un primo prototipo di ventilatore polmonare realizzato con le componenti dei veicoli elettrici. All’inizio Musk era scettico sulla pericolosità del Covid-19, ma alla luce della reale emergenza sanitaria in atto ha cambiato idea, tanto che qualche settimana fa rispondendo a un utente su Twitter si era mostrato disponibile a produrre respiratori da distribuire agli ospedali qualora ve ne fosse stato bisogno.


E la promessa dell’imprenditore sudafricano è stata mantenuta, perché pochi giorni fa Tesla ha pubblicato su Youtube un video in cui gli ingegneri mostrano proprio un prototipo di ventilatore polmonare. Ma attenzione, perché a detta degli stessi...

Continua a Leggere...

Mario, come va la quarantena?

Attenzione: il Caffettino di oggi è un podcast personale, dove non parlo né di news tecnologiche né di novità digitali. Prende spunto dalle tante persone che in questi giorni mi stanno chiedendo attraverso messaggi privati come sto vivendo la quarantena. Ho deciso di riassumere le risposte più rapide e più corrette in pochi minuti e per cominciare posso racchiudere il mio stato d’animo in una frase: da un lato soffro un po’ di paranoia e dall’altro provo un po’ di felicità. Sono due sensazioni apparentemente in contrasto, ma gli individui sono esseri complessi per definizione, senza contare che questo periodo così incredibile ci porta a uno stato di incertezza maggiore.


In ogni caso, partiamo dalla paranoia. In primo luogo questa è dovuta al fatto che, se in generale delle malattie conosciamo poco, del coronavirus conosciamo ancora meno: una volta guariti non sappiamo se possiamo contrarre...

Continua a Leggere...
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.