Nel menu di Burger King entrano le criptovalute.

Bentornati al nostro Caffettino, che stavolta vi servirà a digerire un pasto molto sostanzioso. Infatti parliamo di Burger King, dove da oggi è possibile pagare in Bitcoin e altre criptovalute. Ma aspettate a precipitarvi nel più vicino fast food della nota catena americana, perché al momento l'iniziativa riguarda esclusivamente il Venezuela. Si tratta di una sperimentazione volta a contrastare la grave crisi economica del Paese che speriamo abbia successo, anche se in passato Burger King aveva già testato in Europa e in Russia lo stesso sistema con scarsi risultati, tanto che qualche settimana dopo il lancio l'azienda si è vista costretta a interrompere i test.

Tornando al Venezuela, l'introduzione dei Bitcoin e delle altre criptovalute come metodo di pagamento da parte di Burger King potrebbe essere un modo per attrarre due target che si stanno allontanando sempre più dal mondo dei fast food: il primo è costituito dai...

Continua a Leggere...

Tutti pazzi per gli auricolari senza fili. Tranne Ronaldo.

Come ascolterete questo Caffettino? Con le cuffie? Con le casse? Con gli auricolari con i fili oppure wireless? Se rientrate nell'ultima categoria di ascoltatori, allora siete in linea con il trend dell'ultimo periodo. Infatti da un recente studio di Canalys emerge che l'utilizzo degli auricolari senza fili sta aumentando in modo sorprendente. Moltissimi ne subiscono il fascino, tranne Cristiano Ronaldo: CR7 è arrivato alla partita Juventus-Cagliari con un iPod Shuffle collegato a un paio di auricolari con i fili. Con Ronaldo sembra essere tornati a quindici anni fa, quando quel piccolo gadget faceva il suo ingresso sul mercato.

In quel momento l'iPod Shuffle sembrava un oggetto rivoluzionario, anche se con gli occhi di oggi ci appare una retro-tecnologia superata, che poteva contenere al massimo cinquecento brani ed era collegata agli auricolari con i fili che ai giorni nostri sembrano quasi scomparsi. Dismesso nel 2017 per l'arrivo sul mercato dell'iPod, l'iPod Shuffle...

Continua a Leggere...

La Russia testa con successo la disconnessione da Internet.

Mentre noi italiani ci godiamo il nostro Caffettino, in Russia il governo probabilmente ha festeggiato con un bicchierino di vodka un nuovo risultato: la disconnessione dalla rete Internet globale. Ebbene sì, proprio durante le ultime vacanze la Russia ha testato più volte il distaccamento da Internet, riuscendo di fatto a rendersi autonoma attraverso RuNet, il Russian Network che oggi rappresenta la più grande Intranet al mondo. Lo scopo dei test è stata la disconnessione della RuNet dai DNS mondiali, che come forse sapete servono a tradurre gli indirizzi web in indirizzi IP.

Come è stato possibile tecnicamente? A questo proposito non si sa nulla, ma ciò che è certo è il fine ultimo dei test, che non è tanto isolare la Russia dal resto del mondo, quanto prevenire un cyber attacco dall'esterno, ma anche applicare un eventuale filtro ai siti visibili dai cittadini russi. Se da una parte la disconnessione della Russia...

Continua a Leggere...

Cinque libri che amerete nel 2020.

Insieme al Caffettino di oggi prendete appunti, perché voglio condividere con voi cinque libri che ho letto nel 2019 e che secondo me possono essere molto utili per il vostro lavoro durante questo 2020. Infatti se la pratica è fondamentale, gli startupper, i professionisti e gli imprenditori di successo sanno bene che anche la teoria può essere di grande aiuto per migliorarsi, imparare a fare le cose e perfezionare le proprie skills. I miei consigli sono cinque, ma naturalmente una volta ascoltato il podcast indicatemi altri libri che avete letto voi e sarò felice di seguire i vostri suggerimenti.

Iniziamo subito con il primo consiglio: il libro Sergio Marchionne di Tommaso Ebhardt, capo della redazione di Bloomberg News di Milano. Dal titolo potrebbe sembrare una biografia, ma non lo è. Piuttosto si tratta di un insieme di piccoli aneddoti e informazioni rubati e recuperati dall'autore che nel corso di una decina di anni ha seguito da vicino il...

Continua a Leggere...

Come ripartire in ufficio.

Se ormai sono anni che la Befana non vi porta più dolcetti, non rimaneteci male. In alternativa, in quest'ultimo giorno di festa, potete gustarvi un bel Caffettino che vi darà la carica per iniziare il nuovo anno lavorativo con grinta. Perché se le vacanze sono finite, iniziano nuove sfide per tutti i lavoratori, gli imprenditori digitali e gli startupper che dovranno dimostrare di essere all'altezza dei cambiamenti che il 2020 ci mette di fronte. E tutto ricomincerà domani, martedì 7 gennaio. Qualcuno rientrerà in ufficio dopo qualche giorno, qualcun altro magari dopo due settimane, ma per tutti vale la stessa regola: ritornare al lavoro sereni.

Come fare? Oggi vi do tre consigli molto semplici ma altrettanto utili. Il primo è: non guardare mai le email che arrivano durante le vacanze prima di essersi rimessi alla scrivania. So che può sembrare un paradosso, ma è così: magari potreste pensare che è meglio...

Continua a Leggere...

Instagram manda in fumo i post che sponsorizzano tabacco e armi.

Il nostro Caffettino è un vizio di cui potete abusare tranquillamente, ma ci sono altre abitudini che non fanno altrettanto bene. Instagram ne è sempre più consapevole e presto rimuoverà i post che sponsorizzano il tabacco, ma non solo. Nel mirino del social network ci sono anche le armi, l'alcol, gli integratori alimentari e i vaporizzatori, meglio noti come sigarette elettroniche. Quando ho letto la notizia su Wired ho pensato: ma Instagram non bloccava già questo tipo di post? La risposta è che il social network applicherà restrizioni più severe sulle pubblicità di questi prodotti, arrivando a eliminare i post dei trasgressori.

L'Instagram Business Team spiega sul blog del social network che "non saranno consentiti contenuti di marketing che promuovono beni come lo svapo, i prodotti del tabacco e le armi. Le nostre politiche pubblicitarie hanno da tempo vietato la pubblicità di questi prodotti e inizieremo...

Continua a Leggere...

Il piano editoriale è morto, ma i contenuti sopravvivono alla grande.

Prima di ascoltare questo Caffettino, preparate i fazzoletti. La notizia di oggi infatti è tutt'altro che positiva: il piano editoriale è morto. All'inizio credevamo che postare un articolo a settimana su un blog fosse sufficiente. Poi ci siamo illusi che pubblicare ogni giorno un post sui social sarebbe stato abbastanza. Infine abbiamo pensato erroneamente che programmare e postare stories in ogni singolo momento della nostra vita avrebbe avuto un senso. Ma poi ci siamo scontrati con una realtà ben diversa dalle nostre aspettative. Una realtà fluida in cui le informazioni, le situazioni e le competenze sono totalmente mutevoli e difficili da prevedere.

Facciamo un esempio per capire meglio perché il piano editoriale è morto: poniamo che un'azienda, un Brand o un professionista realizzi un classico piano editoriale per organizzare i propri contenuti sui social. Ebbene, nella maggior parte dei casi questo piano editoriale sarà stravolto...

Continua a Leggere...

Tre trend del 2020: 5G, startup da rifondare e parlare con gli umani.

Avete fatto le ore piccole per festeggiare l'arrivo del 2020? Allora mai come oggi avete bisogno di un bel Caffettino che vi dia la carica. E allora eccolo qui, bollente come i trend che caratterizzeranno il 2020. Secondo me sono tre e ve li racconto nel mio consueto podcast quotidiano. Mi raccomando, ascoltate bene quello che ho da dirvi, perché questi trend possono esserci molto utili per affrontare il lavoro del 2020 al meglio. Perché ricominciare significa affrontare non solo il nuovo anno, ma ogni nuovo giorno con spirito critico, per capire se quello che facciamo funziona ed eventualmente raddrizzare il tiro verso nuovi obiettivi.

Ma iniziamo subito con il primo grande trend del 2020: il 5G, che come saprete indica le tecnologie di telefonia mobile di quinta generazione. Come dite? Il 5G non è una novità del 2020? Certo, le città sono già state collegate nel 2019 e le sperimentazioni stanno già funzionando, ma i cambiamenti su...

Continua a Leggere...
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.