Siamo abituati a vecchi film, serie e contenuti?

Jul 29, 2020

Il Caffettino di oggi è dedicato ai film, alle serie e in generale a tutti i contenuti storici. Siamo ancora capaci di vederli oppure siamo sempre alla ricerca dell’ultima novità cinematografica? Se ricordate bene, la televisione popolare degli anni Ottanta, Novanta e di parte degli anni Duemila ci offriva l’occasione di rivedere forzatamente i vecchi film: la programmazione e i canali erano limitati e continuare a produrre nuovi contenuti era molto costoso, perciò si riutilizzavano frequentemente quelli già a disposizione. Al contrario, oggi siamo tutti abituati a cercare sui nostri account Netflix o Amazon Prime Video l’ultima uscita. E se non la troviamo reagiamo male.

Infatti se non abbiamo a disposizione nuove serie o nuovi film storciamo il naso e, quando troviamo contenuti che abbiamo già visto, tendiamo anche a irritarci. Abbiamo vissuto questa situazione nella fase di lockdown, durante la quale avevamo molto tempo a disposizione ma non si potevano realizzare nuove produzioni. Per quanto mi riguarda, mi sono anche un po’ stancato di vedere cose nuove: talvolta ho voglia di andare su YouTube per rivedere qualche scena di un vecchio film. Oppure vado sui già citati Amazon Prime Video e Netflix alla ricerca di classici, come ad esempio i film di Totò o Alberto Sordi, ma anche produzioni più recenti come il Ciclone.

Ma generalmente non siamo più capaci di riguardare contenuti che abbiamo già visto e vogliamo sempre l’ultima novità. In ogni caso, bisogna tenere presente che non è la quantità dei film e delle serie che abbiamo a disposizione a fare la differenza: è la qualità di un prodotto che lo rende un capolavoro e non è detto che tra una vasta offerta di contenuti si trovino prodotti esemplari. Quindi ogni tanto varrebbe la pena riscoprire un prodotto anche se non rappresenta una novità, come nel caso della musica, dato che molti di noi amano riascoltare le canzoni che hanno fatto la nostra storia. E lo stesso discorso vale anche per i contenuti che produciamo in prima persona.

Nel mio piccolo posso parlare del Caffettino o delle mie Live, ma in generale riproporre i contenuti che offriamo ai nostri clienti o alla nostra community può rivelarsi interessante: se da un lato vale sempre la pena creare contenuti nuovi, è anche giusto ripubblicare quelli vecchi, per fare in modo che arrivino a persone nuove oppure a chi li ha già fruiti, ma in una fase della vita in cui possono dimostrarsi più rilevanti rispetto al passato. Nel mio caso, probabilmente questa estate riproporrò qualche video o qualche altro tipo di contenuto che aveva ottenuto buoni risultati, magari di sei mesi o di un anno fa, che potrebbe ancora funzionare anche per chi l’ha già visto.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Ascolta "Siamo abituati ai vecchi film, serie e contenuti?" su Spreaker.

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.