Twitter: tutti i dipendenti potranno lavorare da casa anche dopo il Covid-19.

May 14, 2020

Benvenuti al Caffettino, dove ogni giorno affrontiamo temi legati al mondo del business, del marketing e dei social. E oggi in particolare parliamo di Twitter, la prima tech company in cui si lavorerà in modalità smart working per sempre. Infatti Jack Dorsey, amministratore delegato di Twitter, ha comunicato via mail a tutti i dipendenti che potranno utilizzare lo smart working anche dopo l’emergenza dovuta al Covid-19 e ha offerto loro un’indennità di mille dollari per potersi dotare degli strumenti necessari. Ma Dorsey sottolinea come lo smart working non sia obbligatorio, dato che "gli uffici resteranno aperti e chi vuole potrà tornarci quando sarà possibile farlo”.

In ogni caso, gli uffici di Twitter saranno chiusi almeno fino a settembre, perciò i dipendenti hanno tutto il tempo per decidere se quando riapriranno preferiranno lavorare da casa o meno. Nel primo caso, lavoreranno quando e come vogliono, per l’appunto in modalità smart working. Molto prima del coronavirus, Dorsey aveva già parlato della necessità di rivedere le modalità e l’organizzazione del lavoro. Parliamo di un personaggio fuori dal comune, che in piena emergenza ha donato un miliardo di dollari del suo patrimonio personale per finanziare la lotta al Covid-19 e che ha sempre preso decisioni in controtendenza anche rispetto al suo consiglio di amministrazione.

E oggi la decisione di Dorsey potrebbe rappresentare un esempio per tutte le big company del settore tecnologico: chissà quale direzione prenderà Mark Zuckerberg con Facebook, oppure Jeff Bezos con Amazon. Perché se da un lato può sembrare che ci stiamo muovendo verso un futuro in cui gli algoritmi la fanno da padroni, gestendo il business in maniera indipendente, dall’altro parliamo semplicemente di esseri umani, di lavoratori che devono andare in ufficio e svolgere le proprie mansioni: si pensi alle inserzioni di Facebook, che in questo periodo sono soggette a controlli manuali. Ma al di là delle grandi aziende, la questione riguarda anche le PMI.

Magari anche le aziende italiane cambieranno il proprio rapporto di lavoro con i loro collaboratori, orientandosi verso lo smart working. Naturalmente il cambiamento escluderà tutti i casi di chi deve necessariamente andare negli uffici o nelle fabbriche, ma nelle prossime settimane o nei prossimi mesi potremmo assistere a un’evoluzione senza precedenti, che potrebbe modificare in positivo i nostri modelli di lavoro. Perché nessuna azienda oggi può fare a meno di ragionare su cosa accadrà dopo l’emergenza. Quello che appare certo è che non si potrà più tornare indietro, ma che ogni impresa, dalla più grande alla più piccola, dovrà prevedere una nuova normalità.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Ascolta "Twitter: tutti i dipendenti potranno lavorare da casa anche dopo Covid" su Spreaker.

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.