Tesla: prodotto primo prototipo di ventilatore polmonare.

Apr 08, 2020

Bentornati al Caffettino, che oggi è dedicato all’ultimo, innovativo progetto di Tesla. In seguito all’appello di tantissimi esperti e presunti guru del mondo del business, l’azienda di Elon Musk ha deciso di fare la propria parte per la lotta al coronavirus, producendo un primo prototipo di ventilatore polmonare realizzato con le componenti dei veicoli elettrici. All’inizio Musk era scettico sulla pericolosità del Covid-19, ma alla luce della reale emergenza sanitaria in atto ha cambiato idea, tanto che qualche settimana fa rispondendo a un utente su Twitter si era mostrato disponibile a produrre respiratori da distribuire agli ospedali qualora ve ne fosse stato bisogno.


E la promessa dell’imprenditore sudafricano è stata mantenuta, perché pochi giorni fa Tesla ha pubblicato su Youtube un video in cui gli ingegneri mostrano proprio un prototipo di ventilatore polmonare. Ma attenzione, perché a detta degli stessi ingegneri c’è ancora molto lavoro da fare. In ogni caso, il motivo della scelta di Tesla è che ad oggi è più facile reperire pezzi utilizzati di norma per la produzione di auto rispetto a quelli che di solito vengono impiegati nelle industrie biomedicali. Di quali componenti parliamo? Ad esempio, il touchscreen della Tesla Model 3 è stato trasformato in un controller e il serbatoio in una camera di miscelazione dell’ossigeno.


Tesla e le altre aziende tech possono e devono fare ancora molto per affrontare questa emergenza, per due ragioni. Anzitutto perché possono ottenere un buon ritorno in immagine dalle proprie iniziative, facendosi pubblicità. In secondo luogo perché il mercato delle auto elettriche, come anche altri settori, sono di fronte a un arresto di enorme portata: riconvertire la produzione partendo dalle proprie competenze è una scelta intelligente, un po’ come sta facendo il mondo del tessile italiano che si sta riorganizzando per produrre mascherine. E al di là del caso di Tesla, anche altre aziende americane si sono attivate nella produzione di materiale sanitario. Quali?


Un esempio tra tutti riguarda Apple, che ha posticipato l’uscita di un nuovo modello di iPhone per dedicarsi nelle prossime settimane alla produzione di un milione di mascherine protettive da distribuire ai medici e agli infermieri. Naturalmente i tempi di riconversione della produzione per le aziende digitali sono piuttosto lenti, dato che c’è una sostanziale differenza tra realizzare un software e creare un prodotto meccanico. Ad ogni modo, nelle prossime settimane spero di potervi presentare altri esempi di aziende virtuose, anche perché mai come ora c’è bisogno di progetti concreti per affrontare i problemi di oggi, senza abbandonarci troppo alle speranze di domani.


E voi cosa ne pensate?


Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]


Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.


Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.


Buon ascolto e condividete!

Listen to "Tesla ha prodotto un primo prototipo di ventilatore polmonare" on Spreaker.

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.