Il bello senza i social: riflessioni rilassate dopo il Facebook Down.

Oct 10, 2021

Ascolta "Il bello senza i social: riflessioni rilassate dopo il Facebook Down :)" su Spreaker.

Il mio podcast si chiama Il Caffettino, perché dal lunedì al venerdì parlo con il mio pubblico come se fossimo davanti a una macchinetta del caffè virtuale delle notizie più importanti che riguardano il business, il marketing e il digital. E questa settimana, il Caffettino più apprezzato dalla mia community è stato quello di mercoledì 6 ottobre, in cui ho commentato il famigerato social down di lunedì 4 ottobre, che ci ha lasciati per oltre sei ore senza Facebook, Instagram e WhatsApp. In questo podcast non ho spiegato le ragioni tecniche che hanno portato al blackout dei social di Mark Zuckerberg, perché ritengo che siano interessanti solo fino a un certo punto.

Invece mi sono concentrato sul mio stato emotivo e sul comportamento sociale che ho tenuto in questa situazione. Senza ipocrisie, quando si è manifestato il problema ammetto di essermi sentito in difficoltà, perché avrei dovuto partecipare a un’intervista su Facebook, che era offline. A quel punto ho pensato di creare una storia su Instagram, ma naturalmente non funzionava neanche quello. Quindi ho pensato di scrivere all’organizzatore dell’evento, ma anche WhatsApp era in down. Perciò ci siamo scambiati alcune mail, ma non ho vissuto bene quei primi momenti. In una seconda fase, però, le cose sono cambiate. E questo grazie alla mia community.

Infatti c’è un canale Telegram, https://t.me/mariomoronicanale, dove è possibile restare aggiornati sui podcast e sulle maggiori iniziative della community. Ma c’è anche un gruppo collegato al canale, che si chiama Mario Moroni Gruppo, dove io e i miei Guerrieri parliamo di vari argomenti. E proprio il gruppo è stato la mia salvezza durante il social down: ci siamo confrontati per capire cosa stesse accadendo, ma soprattuto è stata un’occasione per rivivere i tempi in cui non esistevano i social come li conosciamo oggi. Negli anni Novanta e all’inizio degli anni Duemila, infatti, c’erano forum e chat in cui si chiacchierava con gli altri senza essere schiavi del feed.

Specialmente su TikTok, ma anche su Facebook e su Instagram, non siamo noi a decidere cosa vedere, ma ci viene mostrato qualcosa di cui magari non ci interessa nulla: perdiamo diverso tempo a scorrere il feed per trovare il contenuto che ci interessa e a volte non è neanche detto che lo troviamo. Al contrario, nelle micro community come quelle di Telegram o di Discord, abbiamo l’opportunità di dialogare solo con chi vogliamo e di ascoltare le opinioni delle persone che ci interessano. Perciò il bello del social down è stato poter chiacchierare con i vecchi e nuovi membri della community, in un’interazione che mi ha permesso di fare network positivo.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.