ASCOLTA IL CAFFETTINO PODCAST DI OGGI

La NATO nel 2023 lancerà la sua prima call for startup.

Nov 14, 2022

Il podcast del Caffettino della scorsa settimana più apprezzato dalla mia community è stato quello di giovedì 10 novembre, in cui ho parlato della prima call for startup della NATO.

Il progetto si chiama Diana e ha l’obiettivo di trovare imprese innovative all’interno dei Paesi dell’Alleanza Nord Atlantica. In particolare, la NATO è alla ricerca di startup che si distinguano nei campi dell’intelligenza artificiale, della robotica, delle biotecnologie, del quantum computing, della cybersecurity e dello spazio. Per dirla tutta, sono previste anche altre gare per il prossimo anno, ma tutto inizierà ad aprile del 2023 proprio con Diana. Il Direttore Generale del progetto ha annunciato che ci sarà una rete di 63 centri per i test e di 9 siti per l’accelerazione. In Italia, le Officine Grandi Riparazioni (OGR) di Torino saranno uno dei siti per l’accelerazione delle imprese.

Ma non è tutto, perché nel nostro Paese ci saranno altri luoghi dedicati al progetto Diana: i centri della Marina Militare di La Spezia e il Centro Italiano per le Ricerche Aerospaziali di Capua, infatti, serviranno per le fasi di test. Se siete delle startup che operano nei settori interessati, siete al centro di questi nuovi investimenti. E potrebbe essere una bella prova di business rispondere alla chiamata della NATO, mettendo da parte per una volta i classici ambiti del marketing e del consumo per dedicarvi al settore della difesa. Al di là di questo, ci tenevo a parlarvi di questa notizia perché spesso noi addetti ai lavori abbiamo una visione limitata del mondo delle startup.

Infatti startupper, investitori e mentor ragionano come se le startup lavorassero esclusivamente nel settore del BtoC, cioè della vendita di un prodotto o di un servizio ai consumatori. Oppure al massimo qualcuno prende in considerazione il BtoB, ossia la vendita ad aziende o a professionisti. Invece, in questo caso, siamo all’interno di un territorio totalmente diverso: quello della difesa, che potrebbe essere definita come la prima arma di pace. Ad ogni modo chissà, i progetti delle startup selezionati dalla NATO potrebbero essere convertiti per altri settori, come è successo per alcune tecnologie aerospaziali che poi sono diventate di uso comune tra i consumatori.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.