Lasciare: i rapporti, i progetti e la vita finiscono.

Aug 22, 2021

Ascolta "Lasciare: i rapporti, i progetti e la vita finiscono." su Spreaker.

Pochi minuti dedicati a notizie e temi che riguardano il business, il marketing e il digital: ecco il format del Caffettino, il podcast con cui durante l’anno parlo con il mio pubblico come se fossimo davanti a una macchinetta del caffè virtuale. Ma l’estate mi ha dato l’ispirazione per realizzare venti puntate differenti, che sto pubblicando dal 2 agosto e che andranno avanti fino al 27 agosto: una sperimentazione in cui mi prendo tutto il tempo per approfondire gli argomenti più disparati. Questa settimana, il Caffettino Estate più apprezzato dalla mia community è stato quello di lunedì 16 agosto, in cui ho parlato di una cosa molto difficile da fare: lasciare.

Come è naturale lasciarsi tra amici o tra partner, per i professionisti e gli imprenditori dovrebbe essere altrettanto naturale mettere fine a determinate situazioni. Il progetto che seguiamo, l’azienda per cui lavoriamo, l’esperienza che stiamo vivendo e la stessa vita, infatti, non costituiscono percorsi infiniti. Anche i grandi sanno quando è il momento di lasciare, come ad esempio Valentino Rossi, il quale ha da poco annunciato che alla fine dell’anno lascerà il motociclismo. E come lui anche noi, dopo tanto tempo che abbiamo fatto una cosa magari stra-bene, a un certo punto dobbiamo fermarci. Ma poi cosa fare? Nessuno può insegnarci come lasciare per poi ricominciare.

State vivendo un cambiamento professionale o di vita? Oppure l’avete appena vissuto? Allora sapete a cosa mi riferisco. Subito dopo aver preso la fatidica decisione c’è una sensazione di euforia, perché sentiamo quasi di esserci tolti un peso. Ma poi arriva la paura. Questo perché prima sapevamo bene cosa potevamo e dovevamo fare, oltre al fatto che magari ci eravamo affezionati anche morbosamente alla nostra routine, buona o cattiva che fosse. Però a un certo punto bisogna comprendere che le cose finiscono e che i cambiamenti di vita sono necessari. D’altronde non siamo bambini e dobbiamo imparare a lasciare per proseguire verso il nostro futuro.

Certo il futuro per definizione è ignoto e pauroso, ma nonostante ciò lasciare resta una cosa positiva. Sono capaci di lasciare al momento giusto quelle persone che hanno capito che c’è un inizio e una fine per tutto. Perché, come abbiamo premesso, nessuna situazione si protrae all’infinito. Invece il mondo è fatto soprattutto di persone che non sanno chiudere i progetti, non sanno staccare la spina quando è ora e in generale non sanno dire: è finita. Professionalmente la cosa migliore che ho fatto è stato capire quando era il momento di lasciare, sia quando non ottenevo più molto da determinate situazioni, sia quando ero io a non poter più dare qualcosa.

In occasione di questi giorni estivi vi invito a riflettere pensando a un futuro in cui ogni aspetto della vostra vita sarà fatto di cicli che si susseguono, mi auguro uno più soddisfacente dell’altro. Perché un proverbio buddista molto interessante dice: “alla fine solo tre cose contano: quanto hai amato, come gentilmente hai vissuto e con quanta grazia hai lasciato andare cose non destinate a te”. E allora, da professionisti e imprenditori capaci, lasciamo andare le cose che non sono destinate a noi e guardiamo sempre avanti verso nuovi progetti: lasciare vuol dire chiudere una pagina quando è il momento giusto per farlo, ma anche aprirne una nuova tutta da scrivere.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.