Google Maps mostra i luoghi accessibili in sedia a rotelle.

May 26, 2020

Benvenuti al Caffettino, l’appuntamento quotidiano con il mondo delle startup, delle app, del digitale e del marketing. Oggi parliamo di un’iniziativa virtuosa messa in atto da una delle maggiori tech company che ha l’obiettivo di venire incontro agli utenti a mobilità ridotta: in occasione della Giornata Mondiale dell’Accessibilità che si è tenuta lo scorso 21 maggio, Google ha arricchito l’app Google Maps con una nuova funzionalità che fornisce informazioni sull’accessibilità di un determinato luogo o edificio. La funzione, annunciata da Big G in un post dedicato pubblicato sul blog ufficiale, si chiama “Luoghi accessibili” e può essere attivata direttamente dall’utente.

“Luoghi accessibili” consentirà di sapere in anticipo se il luogo che si intende raggiungere è dotato di accesi e servizi per persone disabili. E i luoghi accessibili saranno indicati con un’icona a forma di sedia a rotelle. Naturalmente queste informazioni sono preziose per chi utilizza la sedia a rotelle o il deambulatore, ma anche per chiunque intende spostarsi evitando le barriere architettoniche, come i genitori che usano un passeggino per i loro figli. Al momento la funzione “Luoghi accessibili” è stata lanciata per Android e iOS negli Stati Uniti, in Australia, in Giappone e nel Regno Unito, ma Google ha affermato che sarà rilasciata anche in tutti gli altri Paesi.

Un aspetto interessante del nuovo aggiornamento è che le informazioni sull’accessibilità dei luoghi possono essere aggiunte dagli stessi utenti: chiunque vada in un luogo, come ad esempio un bar o un ristorante, può specificare se c’è un ingresso accessibile in sedia a rotelle, se è presente un bagno per disabili, se ci sono posti a sedere, se è disponibile un parcheggio accessibile e infine se il luogo dispone di un ascensore adeguato. Si tratta di indicazioni importanti, ma la funzionalità sarebbe ancora più completa se fosse attiva anche per il mondo dei trasporti pubblici, permettendoci si segnalare immediatamente eventuali problemi legati alla mobilità.

Ad ogni modo, l’iniziativa di Google è in controtendenza rispetto a quello che fanno di norma le aziende, le quali talvolta utilizzano l’accessibilità solo per fare campagne di marketing più che realmente benefiche. Invece il gigante di Mountain View ha fatto un grande passo avanti nella direzione di un futuro in cui saremo sempre più cittadini digitali. Dal suo canto, Facebook non ha ancora sviluppato una funzione simile, ma è prevedibile che lo farà a breve. La speranza è che queste grandi aziende continuino a muoversi per un digitale più accessibile e sopratutto per un digitale in grado di migliorare gli ambienti reali e, di conseguenza, la nostra qualità della vita.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Ascolta "Google Maps mostra i luoghi accessibili in sedia a rotelle" su Spreaker.

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.