Giovanna De Maio. L’amore ai tempi del coronavirus.

Apr 03, 2021

Nel mio Live Show di giovedì 1 aprile ho intervistato Giovanna De Maio, psicologa e psicoterapeuta esperta in amore e relazioni. Le ho chiesto subito qual è il suo punto di vista rispetto ai conflitti che si vivono in casa in questo periodo. A suo parere, anche prima di questa situazione assurda le coppie vivevano insieme sotto lo stesso tetto, ma non erano obbligate a farlo: prima avevano tempo, spazio e modo per rigenerarsi o per andare al lavoro, mentre adesso la situazione è diversa a causa dello smart working e della DAD, che le obbliga a prendersi cura dei figli. Infatti, soprattutto per le coppie che hanno figli non ancora autonomi e indipendenti, questa situazione già di per sé faticosa è aggravata dal fatto di doverli aiutare con il computer e a fare i compiti. Perciò le coppie devono sobbarcarsi di impegni che prima erano appannaggio degli insegnanti o della scuola, il che dava loro respiro. E questo, unito al fatto che non erano abituate a stare insieme forzatamente, le porta a “scoppiare”. Senza contare che i conflitti potrebbero aumentare anche perché non ci sono prospettive, dato che ad oggi non abbiamo certezze rispetto a ciò che stiamo vivendo.

Allora quali consigli dare alle coppie costrette in casa con i propri figli? Secondo Giovanna, per quanto possa essere piccola la casa, è bene dividersi gli spazi e prendersi dei momenti per isolarsi, un po’ come se si stesse al lavoro. Inoltre lei suggerisce di occuparsi dei figli a giorni alterni, in modo che di volta in volta ciascuno possa creare la propria oasi dentro casa. In ogni caso, visto che le nostre giornate sono scandite dai ritmi lavorativi, le coppie potrebbero incontrarsi per il pranzo, per prendere un caffè, per fare una chiacchierata e per preparare insieme la cena. A suo parere, la collaborazione è molto importante in questo momento storico, come anche la comunicazione: il fatto di avere più tempo a disposizione ci dà l’opportunità di comunicare per conoscersi o per conoscersi meglio. In questo senso, questa situazione può essere una possibilità ritrovata per scoprire l’altra persona più in profondità, con l’obiettivo di rafforzare il rapporto.

Questo periodo però può avere anche risvolti negativi. Quando vivevamo la nostra normalità, le varie tensioni venivano scaricate all’esterno, magari anche con dei flirt emotivi, virtuali o fisici. Oggi, anche se a causa di ciò che stiamo vivendo sembra che i tradimenti siano diminuiti, chi ha creatività trova sempre il modo per metterli in atto, ad esempio con la scusa di una passeggiata in bicicletta o di dover uscire per la spesa. Queste persone perciò riescono a essere leggere rispetto alle situazioni, anche se c’è bisogno di rigore perché si rischia di creare problemi in casa. Per evitare di rovinare un rapporto è fondamentale saper scegliere con cura la persona su cui investire, perché è facile essere bravi quando tutto va bene, ma la vera coppia si vede negli imprevisti e nelle difficoltà: mai come oggi aumentano le separazioni, per via del fatto che abbiamo più consapevolezza e più tempo per guardarci dentro e per guardare chi abbiamo di fronte.

Per Giovanna è importante considerare che la nostra vita è organizzata intorno al lavoro e che questo lascia poco tempo alle coppie per nascere, crescere e organizzarsi. Quando però il tempo diventa abbondante e si vive la costrizione di stare insieme nella stessa casa si verifica un cambiamento: magari uno dei due può risentirne maggiormente, oppure ci si può rafforzare anche cogliendo l’opportunità di stare accanto ai propri figli. I bambini infatti oggi vengono dati in affido alla scuola o alle varie attività sportive, perché non si ha tempo da trascorrere con loro. E spesso la televisione, i cellulari e i videogame sono i loro baby sitter. Ma in questo momento di stress possiamo imparare a cambiare prospettiva trasmettendo qualcosa ai nostri figli, conoscerli di più e fare delle attività insieme a loro, come ordinare la camera, cucinare o guardare un cartone animato. Così facendo, i bambini che hanno entrambi i genitori in casa possono avere la fortuna di viverli insieme. Naturalmente le coppie che non hanno basi solide di fronte a questo “terremoto” vedono crollarsi il mondo addosso, ma nonostante il periodo complicato si può fare in modo di stare insieme alla persona che si è scelta e ai propri figli.

Giovanna ha lanciato il corso “Amarsi per Amare”, il cui prossimo appuntamento si terrà l’8 e il 9 maggio, in cui parla anche di come riconoscere la persona giusta. A suo parere, quest’ultima la si riconosce sempre da un incontro, che può avvenire sia online che offline. Per lei l’online è un grandissimo strumento e oggi che stiamo vivendo una situazione di compressione e di limitazione dei nostri spazi e della nostra libertà è utile per creare nuove connessioni e perché no, anche per riconoscere la persona giusta. Le app di dating stanno avendo molto successo e anche chi è stato sempre refrattario a questi strumenti adesso si trova un po’ costretto a usarli. Ma, secondo Giovanna, è importante incontrarsi dal vivo dopo i primi incontri e scambi online, altrimenti si cade nella trappola dell’idealizzazione. Ovviamente non bisogna incontrare l’altra persona in un luogo isolato ma, quando sarà possibile, vederla per un caffè o per un pranzo: solo in questo modo si può capire se all’affinità emotiva e intellettiva che si è creata corrisponde anche un’attrazione fisica, che è molto importante.

Oggi accade frequentemente di trovare la persona giusta grazie agli strumenti digitali, anche perché il campione che si trova online è lo stesso che si incontra fuori: si va dalle persone alla ricerca di una relazione agli “sfigati”, da chi cerca solo sesso a chi vuole una storia extraconiugale. Giovanna è anche la coach di Meetic e lo scorso anno ha realizzato una serie di video promozionali per questa piattaforma. La referente italiana di Meetic l’ha invitata a sperimentare in prima persona il sito di incontri e lei l’ha provato in incognito, perché prima di consigliare le persone riteneva giusto capire come funzionava questo strumento. Racconta di aver scoperto un mondo incredibile, ad esempio fatto di individui sposati o accompagnati che hanno un partner consapevole con il quale vogliono fare nuove esperienze. Poi c’è anche chi è fidanzato ma vive il lockdown come una costrizione ed è alla ricerca di nuove emozioni. Comunque, in generale, Giovanna ritiene che le persone siano nell’online proprio come sono nella realtà. 

Ma la persona giusta ci somiglia o è diversa da noi? Giovanna afferma che nessuno vorrebbe stare con qualcuno troppo uguale a se stesso, ma con una persona simile. È importante fare l’identikit di chi vorremmo al nostro fianco, perché ciò che porta alla gran parte dei fallimenti relazionali è che spesso ci mettiamo alla ricerca di qualcuno senza sapere ciò che vogliamo. E ciò che vogliamo possiamo capirlo dalle storie precedenti che sono andate male e che ci hanno fatto comprendere quali sono per noi le caratteristiche importanti che deve avere il nostro futuro partner. Perciò è importante che ognuno “a freddo”, ossia quando non si è ancora coinvolti emotivamente, abbia chiaro dentro e fuori di sé quali sono queste caratteristiche, magari anche scrivendole su un foglio. Giovanna insegna a realizzare questo identikit nel suo corso, guidando le persone passo dopo passo. Si tratta di un’azione molto importante, perché quando incontriamo qualcuno ci permette di capire immediatamente se possiede quelle caratteristiche che per noi sono fondamentali. La cosa più importante da fare è proprio la selezione iniziale, dato che in seguito la persona che scegliamo non cambierà: dobbiamo essere rigorosi, perché se non scartiamo la persona sbagliata prima, inevitabilmente lo faremo dopo. Giovanna ritiene infatti che nelle relazioni che funzionano bisogna mettere mente e cuore insieme. Perché l’amore da solo non basta. 

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.