TRASFORMA IL TUO POSIZIONAMENTO CON PODCAST E VIDEO!

Esperti di AI anche senza diploma? Elon Musk cerca proprio voi.

Con questo Caffettino potreste trovare un lavoro espresso, perché Elon Musk cerca collaboratori per la sua azienda di auto elettriche Tesla. Requisito fondamentale: la conoscenza approfondita del machine learning e dell’intelligenza artificiale (AI). Quello che non è richiesto, invece, è il possesso di un diploma. Ma procediamo con ordine. Qualche giorno fa Elon Musk ha pubblicato un tweet in cui affermava: "in Testa utilizzare l’intelligenza artificiale per consentire la guida autonoma non è soltanto la glassa sulla torta, è la torta stessa. Unisciti all’AI di Tesla! Risponderai direttamente a me, ci incontreremo, ci scriveremo o scambieremo e-mail quasi tutti i giorni”.


Di fronte a un invito del genere viene voglia di mandare immediatamente il proprio curriculum, ma prima di farlo naturalmente è necessario capire quale profilo sta cercando Elon Musk per la sua azienda. A un candidato che gli domanda, sempre su Twitter, se un dottorato in AI sia sufficiente per partecipare alla selezione, l’imprenditore risponde che un dottorato non è assolutamente richiesto, anzi: “quello che conta è che tu abbia una conoscenza approfondita dell’AI… Non preoccuparti se non hai neanche il diploma di scuola superiore”. Un’affermazione sorprendente, se pensiamo che Musk per primo vanta ben due lauree, una in economia e l’altra in fisica.


In ogni caso il fondatore di Tesla aggiunge che, nonostante il background scolastico sia irrilevante, la preparazione andrà dimostrata superando durissimi test di coding. In breve, per Elon Musk le abilità reali dei candidati vengono prima del loro titolo di studio e ne è conferma il fatto che sulla pagina dedicata alla candidatura in Tesla vengono richiesti solo il nome, la mail e la risposta a una semplice grande domanda: “quale lavoro eccezionale hai già svolto nei campi software, hardware o AI?”. Questo è tutto: nessun curriculum, nessuna lettera di presentazione, nessun allegato di alcun tipo. Ecco a voi la visione di una grande azienda alla ricerca di collaboratori.


Certo, dopo le dichiarazioni di Elon Musk c’è da chiedersi come si comporterà chi si occuperà realmente della selezione iniziale, dato che in un primo momento Musk non potrà valutare tutti i candidati. Ma il suo messaggio su Twitter dà una direzione chiara alla ricerca del collaboratore ideale. E al di là di Tesla, il tweet è un ottimo spunto anche per noi imprenditori italiani alla ricerca di talenti: partire chiedendo “qual è la cosa più bella che hai fatto?” può rivelarsi molto più utile che concentrarsi sugli anni di studio o analizzare curriculum lunghissimi, anche perché talvolta queste informazioni possono essere smentite da una semplice ricerca su LinkedIn.


E voi cosa ne pensate?


Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]


Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.


Buon ascolto e condividete!

Listen to "Elon Musk alla ricerca di collaboratori ma non serve il diploma" on Spreaker.

Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.