Alcune curiosità su Instagram dal libro No Filter.

Jul 21, 2020

Il Caffettino di oggi è dedicato a uno dei social network più popolari: Instagram. Ne parliamo perché negli Stati Uniti è appena uscito No Filter, un libro che racconta il dietro le quinte della nascita e dell’ascesa di Instagram. Tra le tante curiosità raccolte nel libro, ce n’è una che riguarda le celebrity che sono nate grazie al social network: oltre 200 milioni di utenti di Instagram hanno oltre 50mila follower e possono trarre profitto pubblicando per conto dei vari marchi. Invece meno dello 0,001% degli utenti di Instagram ha più di un milione di follower: può sembrare una piccola percentuale, ma parliamo di oltre sei milioni di persone che hanno più seguaci del New York Times.

E per quanto riguarda le celebrità già note prima di Instagram? Il primo personaggio famoso a iscriversi sul social network è stato Snoop Dogg, ma quello che ne ha decretato il successo è stato Justin Bieber. Pensate che all’epoca, nel 2011, Justin Bieber aveva ben 11 milioni di follower su Twitter, un numero maggiore del totale degli utenti di Instagram. Quando ha pubblicato la sua prima foto filtrata, che rappresentava un’immagine del traffico a Los Angeles, i server di Instagram sono letteralmente impazziti e Bieber ha iniziato a conquistare qualcosa come cinquanta follower al minuto. Ma tra i grandi protagonisti di Instagram non possiamo dimenticare i filtri.

I primi sono stati creati dal designer Cole Rise su invito dei fondatori di Instagram Kevin Systrom e Mike Krieger. La nascita dei primi filtri ha una storia interessante, in quanto Rise ha scattato alcune fotografie sul monte Tamalpais, in California. Successivamente il designer ha ritoccato le foto dando vita ai filtri Amaro, Hudson, Sutro e Spectra. Una curiosità degna di nota è che Hudson si basava sulla trama della lavagna presente nella cucina dello stesso Rise. Un’ultima storia che vale la pena raccontare è quella di quando Kevin Systrom e Mike Kriger hanno venduto a Facebook per un miliardo mentre erano in trattativa con Twitter per una cifra inferiore.

Siccome Mark Zuckerberg intuì l’affare, propose di raddoppiare qualsiasi cifra avesse offerto il concorrente. E per perfezionare l’acquisizione si sono tenuti vari incontri, tra cui un barbecue a casa di Zuckerberg a base di carne di cervo. Infatti ai tempi girava voce che il fondatore di Facebook si cibasse esclusivamente di animali che aveva cacciato personalmente. Dal suo canto Systrom decise di festeggiare in grande l’acquisizione con i suoi collaboratori: si rivolse al venture capitalist Joshua Kushner, che telefonò a sua cognata Ivanka Trump affinché ogni impiegato di Instagram avesse una suite con rifiniture dorate nel Trump International Hotel di Las Vegas.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete! 

Ascolta "Curiosità su Instagram: l'uscita del libro No Filters" su Spreaker.

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.