Cashback VS Immuni.

Dec 12, 2020

Ascolta "Cashback VS Immuni" su Spreaker.

Dal lunedì al venerdì, alle 7:30, pubblico il podcast del Caffettino, per chiacchierare insieme a voi davanti a una macchinetta del caffè virtuale di argomenti e notizie che ruotano attorno al mondo del business, del marketing e del digital. Questa settimana il Caffettino preferito dalla mia community è stato quello di giovedì 10 dicembre, in cui ho parlato della nuova app per il cashback IO contro l’applicazione per il tracciamento del contagio Immuni. L’idea di questo Caffettino viene da un post che ho pubblicato precedentemente su Facebook e Instagram che recitava: “Cashback o Immuni? Basta darvi due centesimi e vi scordate le paranoie sulla privacy”.

In moltissimi hanno condiviso e commentato questo post, probabilmente perché pur essendo in parte provocatorio, d’altro canto rispecchia la realtà. Infatti, che l’applicazione per il cashback funzioni o meno, nei primi giorni il suo numero di download ha quasi superato quello che Immuni ha ottenuto in sei mesi. Ciò significa che per moltissimi italiani la tutela della salute perde contro la mancetta di qualche centesimo del cashback. Si tratta anche di un fallimento per noi addetti ai lavori, che negli ultimi mesi abbiamo cercato di convincere le persone a utilizzare Immuni, spiegando che è totalmente anonima e non sa dove siamo né con chi siamo.

Vedere come questo strumento così importante per l’autotutela contro il Covid-19 venga battuto in poco tempo da IO mi ha fatto pensare parecchio, perché i problemi che si pongono gli utenti nello scaricare Immuni sono legati alla privacy. Naturalmente si tratta di un punto di vista errato, proprio perché Immuni non dà alcun problema in questo senso. Ma anche se l’app comunicasse i nostri dati, voglio citare Mark Zuckerberg che disse: “La privacy è sempre sopravvalutata”. Infatti sarebbe così grave se chi tutela la nostra salute sapesse dove siamo? La salute, ossia il beneficio, sarebbe di gran lunga maggiore rispetto alla mancanza di privacy.

Dall’altra parte, invece, c’è l’app per il cashback, che conserva e comunica i dati sulla geolocalizzazione, oltre a richiedere le coordinate bancarie e i dati di pagamento. Sia chiaro: non ce l’ho con IO e mi auguro che il sistema del cashback possa funzionare. Ma chissà, forse come ha detto qualcuno le due applicazioni avrebbero potuto funzionare insieme: in cambio della sopraccitata mancetta di pochi centesimi, infatti, Immuni si sarebbe diffusa maggiormente. In ogni caso, questa situazione impartisce una grande lezione a noi imprenditori, professionisti e operatori del mondo del marketing. Quale? Che a volte funzionano esclusivamente le emozioni e le paure.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.