Basta fare i conti.

Sep 07, 2020

Ascolta "Basta fare i conti" su Spreaker.

Il Caffettino di oggi è dedicato a una riflessione personale che credo possa essere utile a tutti voi. Per iniziare con una frase provocatoria, vi invito a smettere di guardare i numeri e a chiudere il vostro dannato file Excel. Il discorso vale per i professionisti e per gli imprenditori, ma anche per i dipendenti delle aziende: c’è sicuramente un momento in cui guardate i numeri all’interno della vostra settimana, del vostro mese, del vostro trimestre o del vostro anno lavorativo. E chiaramente farlo è importante per capire quante spese potete affrontare, oppure quanti ricavi dovete ottenere e quanto volete accantonare nell’eventualità in cui potete farlo.

Non so se per voi è lo stesso, ma molte volte quando guardo i numeri rimango in uno stato di riflessione continua mentre il tempo passa. E mi chiedo: è davvero necessario dedicare tanto tempo a questa attività? Infatti controllare spesso i conti è un po’ come pesarsi quotidianamente invece che una volta a settimana o ogni dieci giorni, ossia totalmente inutile. Senza contare che spesso ci facciamo guidare dalla risoluzione dei problemi sul nostro file Excel e far tornare i conti guida i nostri ragionamenti su come dovremmo costruire il nostro futuro. Inoltre c’è da considerare che il mercato evolve rapidamente e i nostri piani possono essere sconvolti in un attimo.

Ma al di là dei cambiamenti del mercato, i nostri piani, siano essi aziendali o meno, sono anche in balia di eventi inaspettati come la pandemia di Covid. La conseguenza di questi ragionamenti è che bisogna sì dedicare un po’ di tempo ai nostri conti, ma misurarlo. Se i guru affermano che bisogna riservare alla sperimentazione il 5% del nostro budget e il 5% del tempo che abbiamo a disposizione, io credo che bisogna dedicare ai calcoli il 5% del nostro tempo e destinare il 95% del tempo restante al lavoro. Il segreto perciò è programmare, ma senza troppo anticipo, guardando a un orizzonte temporale di due o tre mesi al massimo. Vi sembra poco?

In realtà questo rappresenta il nuovo modo di fare impresa, di ragionare, di vivere le nostre professionalità e di fare piani in maniera intelligente, abbandonando quelli a medio-lungo termine che non sono più fattibili. Senza spaventarci se non vediamo con chiarezza quello che c’è dopo. Nel momento in cui vi dico queste cose sto dando dei consigli anche a me stesso. Non bobbiamo preoccuparci troppo se il mondo e le tecnologie cambiano così velocemente ma anzi, dobbiamo adeguarci di conseguenza. Come? Facendo in modo che i nostri file Excel a cui dedichiamo diverse ore ogni settimana ogni tanto restino da una parte a prendere un po’ di polvere.

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.