TRASFORMA IL TUO POSIZIONAMENTO CON PODCAST E VIDEO!

Simon Weckert: l'artista che ha ingannato Google Maps.

Vi fidate al 100% di Google Maps? Ebbene, questo Caffettino vi rivela che anche il sistema di navigazione più noto al mondo può essere tratto in inganno: qualche giorno fa l'artista tedesco Simon Weckert ha condotto un esperimento molto particolare, facendo credere a Google Maps che alcune strade fossero congestionate dal traffico e di conseguenza deviandolo su altri percorsi. Come ha fatto? Weckert ha messo in un carrellino rosso novantanove smartphone con Google Maps avviato e poi lo ha trascinato a piedi lungo diverse vie di Berlino. L'alta concentrazione di telefoni e la lentezza del loro movimento ha fatto credere a Google Maps che quelle strade fossero intasate.


L'applicazione infatti determina le condizioni del traffico in base all'andamento degli utenti che stanno usando le mappe, aggiornandole in tempo reale sulla base delle informazioni condivise proprio dagli automobilisti. In questo caso, la piattaforma di Google ha ipotizzato che i novantanove dispositivi fossero installati su altrettante automobili che si muovevano a passo d'uomo, per un blocco dovuto ad esempio a un cantiere o a un incidente. Anche se Simon Weckert era del tutto solo al centro della carreggiata, su Google Maps il tratto di strada è stato contrassegnato in rosso, ossia come bloccato dal traffico, suggerendo agli automobilisti in zona un percorso alternativo.


La performance di Weckert dimostra come attraverso i nostri dispositivi possiamo ingannare in prima persona le grandi piattaforme online, in quanto anche i sistemi più sofisticati possiedono comunque un margine di fallibilità e hanno sempre dei problemi di gestione. Ma Google è sufficientemente illuminata da fare tesoro di questo esperimento sociale e digitale per migliorare il proprio servizio: l'azienda di Mountain View potrebbe implementare misure di verifica aggiuntive per scongiurare il rischio che il sistema possa essere compromesso, ad esempio facendo scattare l'allarme di una possibile anomalia nel caso in cui gli smartphone siano troppo vicini tra loro.


Perciò bisogna riconoscere all'artista tedesco di aver reso nota una criticità del servizio in modo creativo e senza particolari conseguenze per gli utenti. Weckert ha immortalato il proprio esperimento in un video su YouTube dal titolo "Google Maps Hacks by Simon Weckert", che ha ottenuto 2,9 milioni di visualizzazioni in soli quattro giorni: nel video vediamo l'artista incedere con il suo carrellino lungo strade desertiche, mentre contemporaneamente Google Maps indica quelle vie come congestionate. Vi consiglio di vederlo perché, oltre a essere molto divertente, potrebbe essere uno spunto interessante nel caso in cui vogliate lanciare anche voi una sfida alla tecnologia.


E voi cosa ne pensate?


Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]


Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.


Buon ascolto e condividete!

Listen to "Google Maps: come ti devio il traffico con 99 smartphone" on Spreaker.

Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.