Amazon supporta dipendenti e imprenditori per fare consegne in proprio.

Nov 06, 2020

Ascolta "Amazon: supporta dipendenti e imprenditori per fare consegne in proprio" su Spreaker.

Il Caffettino è il podcast quotidiano che vi aggiorna puntualmente sulle ultime notizie che ruotano attorno al mondo del digital, del business e del marketing. Durante questa settimana, il Caffettino che ha ottenuto il maggior numero di ascolti è stato quello di mercoledì 4 novembre, in cui ho parlato di un'importante novità che riguarda il colosso dell’e-commerce Amazon. Infatti la società di Jeff Bezos ha deciso di supportare i propri dipendenti per fare consegne in proprio: questi ultimi potranno avviare una propria società di logistica e diventare veri e propri imprenditori. Amazon metterà a disposizione dei collaboratori tutto ciò che serve per avviare la propria attività.

In particolare, l’azienda fornirà gli ordini, fino a un massimo di 15mila euro per la copertura dei costi iniziali e un importo pari a tre mesi dello stipendio lordo. Ma non solo: Amazon metterà a disposizione anche l’accesso a strumenti tecnologici all’avanguardia, la formazione sul campo e agevolazioni su un’ampia gamma di beni e servizi. Quali? Il noleggio dei veicoli, anche elettrici, la copertura assicurativa, la strumentazione necessaria a effettuare le consegne, le divise degli autisti, il sistema per la gestione delle buste paga, l’assistenza nella fase di costituzione dell’entità legale, l’assistenza contabile e fiscale e infine il supporto nella selezione degli autisti.

In una nota Amazon afferma che gli imprenditori in grado di avviare un’azienda di consegne di successo potranno raggiungere profitti annui stimati tra i 60mila e i 140mila euro, con una flotta di veicoli che va da un minimo di venti a un massimo di quaranta. Questo programma chiaramente permette ad Amazon di ampliare il numero dei propri collaboratori e l’azienda l’ha già sperimentato negli Stati Uniti, in Canada, in Spagna e in Germania, creando 85mila posti di lavoro per gli autisti e generando 4,5 miliardi di dollari di profitti per le loro piccole imprese. Il prossimo passo perciò è aggiungere nuovi fornitori per il servizio di consegna anche nel nostro Paese.

Insomma, Amazon sta facendo quello che dovrebbe fare lo Stato, ossia agevolare l’impresa. Per noi imprenditori e professionisti, questo è un esempio valido di come è possibile allargare la propria abilità di fare impresa, semplicemente dando vita a un network di aziende collegate al proprio marchio e alla propria attività. Nel caso della società di Jeff Bezos, infatti, le aziende che aderiscono al programma possono prendere ordini esclusivamente da Amazon, diventando a tutti gli effetti delle succursali del gruppo. Si tratta di un’idea interessante, che dimostra come Amazon continui ad investire nelle piccole e medie imprese. Dove arriverà questo progetto?

E voi cosa ne pensate?

Fatemelo sapere scrivendo a [email protected]

Vi ricordo che sul mio sito trovate tutte le informazioni su quello che faccio, i Caffettini in podcast e l'audiolibro di Startup di Merda, gratuito per chi si iscrive alla community.

Inoltre vi aspetto sul mio canale Telegram http://t.me/mariomoronicanale per parlare di business, ma anche per ascoltare i miei pensieri personali ogni giorno.

Buon ascolto e condividete!

Rimani connesso a tutte le novità!

Entra nel canale Telegram di Mario e ricevi notizie e audio utili ogni giorno

Accedi
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.